ACCESSO AREA RISERVATA

NUOVE SCADENZE

RASSEGNA STAMPA

CIRCOLARI - RISOLUZIONI

AREE DI INTERVENTO

Consulenza Societaria e Contrattuale

..:: Costituzione, modifica e scioglimento di società;

..:: Studio e redazione di statuti;

..:: Assetti societari di gruppo, rapporti tra i soci, tra questi
      e la società ed organi sociali;

..:: Consulenza ed assistenza per la redazione di bilanci d'esercizio
       e consolidati;

..:: Cessione di quote o azioni;

.:: Per le società finanziarie iscritte nell'elenco tenuto dall'Ufficio
     italiano cambi è disponibile il servizio di gestione degli
     adempimenti relativi all'archivio unico informatico (Dlgs.385/93)

..:: Esame di situazioni ed assistenza nel caso di problemi
      successori e generazionali nella compagine aziendale;

..:: Operazioni straordinarie, fusioni, scissioni e trasformazioni;

..:: Trattazione e stipula di contratti;

..:: Redazione di scritture private, preliminari e patti parasociali;

..:: Assistenza per investimenti immobiliari;

..:: Predisposizione di contratti di locazione.
 

Consulenza Fiscale e Tributaria

..:: Consulenza ed assistenza nei rapporti con le amministrazioni
     competenti nell'ambito dell'imposizione diretta e indiretta


..:: Dichiarazioni fiscali

..:: Rappresentanza e assistenza tecnica in sede di contenzioso
     tributario

..:: Predisposizione di ricorsi

.:: Consulenza tributaria

..::  Consulenza sulle strategie fiscali nazionali e internazionali

..:: Rappresentanza fiscale di soggetti esteri

..::  Aggiornamenti e formazione sull'evoluzione della normativa
      fiscale

..:: Certificazione tributaria
 

Attività peritale di Analisi e Revisione

..:: Analisi di bilancio

..:: Controllo dei costi e formulazione di business plan

..:: Assistenza alle aziende in sede di organizzazione,
     pianificazione e controllo direzionale e strategico

..:: Valutazioni di aziende, e patrimoni

.:: Perizie di stima e consulenze tecniche

..::  Revisione contabile

Servizi Contabili


..:: Gestione della contabilità ordinaria e semplificata
     per imprese e professionisti


..:: Predisposizione di situazioni contabili
     e bilanci infrannuali

Rapporto Banca Imprese

Il rapporto banca-impresa è una sorta di evergreen negli studi della finanza aziendale in generale e di economia delle aziende di credito in particolare. Dato che, la ragion d’essere delle banche è, oltre allo svolgimento della funzione monetaria nel quadro delle politiche della banca centrale, quella di erogare finanziamenti alle imprese per il sostenere l’attività corrente.

Per un’ impresa quanti rapporti bancari è conveniente intrattenere?
 

L’alternativa rapporto unico/rapporto plurimo è mal posta, in quanto per l’impresa ci sono indiscutibili vantaggi a intrattenere più di un rapporto contemporaneamente: ottenimento di una maggiore disponibilità di fondi; accesso a un profilo differenziato di servizi, offerte e capacità; possibilità di mettere in concorrenza fornitori alternativi di fondi e/o servizi e riduzione dei conflitti che possono insorgere con il finanziatore in caso di rapporto esclusivo.

Un eccessivo numero di rapporti è tuttavia dannoso, in quanto porta alla perdita di gran parte dei vantaggi connessi alla relationship lending, ed è suscettibile ad innescare comportamenti opportunistici sia da parte della banca (free riding nell’attività di monitoring) sia da parte dell’impresa (opacità, moltiplicazione dell’accordato e “rientri selettivi”).

Lo Studio assiste le aziende a selezionare gli istituti di credito con cui stabilire dei rapporti e aiutando l’imprenditore a stabilire migliori condizioni contrattuali. Attraverso la raccolta di informazioni quantitative e qualitative dell’azienda, lo studio è in grado di elaborare dei piani di finanziamento (breve-medio-lungo termine) con adeguati strumenti finanziari (accredito in c/c, s.b.f., sconti di effetti ecc..) conformemente a quelle che sono le particolari esigenze dell’impresa.

Internazionalizzazione delle imprese

L’obiettivo del servizio di internazionalizzazione delle imprese consta nel fornire gli elementi di base per affrontare un percorso di globalizzazione e, in particolare fornire in modo pratico e dettagliato tutti gli aspetti necessari alla gestione delle operazioni di natura legale, fiscale, finanziaria e logistica del commercio con l’estero.

Nella consulenza particolare attenzione sarà rivolta alle modalità di negoziazione in un contratto di vendita / distribuzione con l’estero, alla definizione delle condizioni di pagamento e a quelle di consegna della merce, agli aspetti doganali e fiscali connessi alla movimentazione delle merci e a come utilizzare i principali finanziamenti agevolati regionali, nazionali e comunitari.

Nel dettaglio oggetto della consulenza sarà definito nelle seguenti argomentazioni:


>    CONTRATTUALISTICA INTERNAZIONALE

>    MARCHI, BREVETTI, KNOW-HOW, LICENSING

>    CONDIZIONI DI CONSEGNA NEI CONTRATTI
       DI COMPRAVENDITA INTERNAZIONALE

>    TRASPORTI INTERNAZIONALI

>    PAGAMENTI INTERNAZIONALI

>    NORMATIVA DOGANALE E DOCUMENTI DOGANALI

>    L’IVA NEGLI SCAMBI INTERNAZIONALI

>    FISCALITA' INTERNAZIONALE

>    FINANZIAMENTI ALL’INTERNAZIONALIZZAZIONE

>    INGEGNERIA DELL’EXPORT

>    ANALISI DEL MERCATO DI UN SINGOLO PAESE
      (ROMANIA, CINA, POLONIA, UNGHERIA,
       PAESI EST O BALCANI, BRASILE…)
 

Gestione Paghe e cedolini

Gestione delle paghe ed emissione dei cedolini dipendenti

 

Servizi Operativi

 

..:: assunzioni e licenziamenti, contratti assunzioni singoli
     e collettivi

..:: emissione cedolini paga, Emens , modello F24

..:: Gestione ritenute acocnto dipendenti e professionisti, emissione         certificazioni, modello CU , modello 770

..::Modulistica per gestione contabile salari e stipendi, dati per studi di settore

Responsabilità Penale d'Impresa

La normativa

Il D.Lgs 231/01 emanato in data 8 Giugno 2001, recante la "Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica" ha introdotto la responsabilità in sede penale degli Enti per alcuni reati commessi nell'interesse o a vantaggio degli stessi, da persone che rivestono funzioni di rappresentanza, di amministrazione o di direzione dell'ente o di una sua organizzazione dotata di autonomia finanziaria o funzionale e da persone sottoposte alla direzione o alla vigilanza di uno dei soggetti sopra indicati. Tale responsabilità si aggiunge a quella delle persona fisica che ha materialmente realizzato il fatto.

Chi deve farlo

Il D.Lgs 231/01 emanato in data 8 Giugno 2001, recante la "Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica" ha introdotto la responsabilità in sede penale degli Enti per alcuni reati commessi nell'interesse o a vantaggio degli stessi, da persone che rivestono funzioni di rappresentanza, di amministrazione o di direzione dell'ente o di una sua organizzazione dotata di autonomia finanziaria o funzionale e da persone sottoposte alla direzione o alla vigilanza di uno dei soggetti sopra indicati. Tale responsabilità si aggiunge a quella delle persona fisica che ha materialmente realizzato il fatto.

Principi generali della disciplina giuridica

  • Il  Decreto delinea, per la prima volta in Italia, una forma di responsabilità per le aziende avente le caratteristiche della responsabilità penale.

     
  • Tale responsabilità scaturisce da reati (di alcune specie ben precisate) commessi dai dipendenti e dirigenti dell’azienda nell’interesse della stessa.

     
  • Le sanzioni previste in tali casi sono molto gravi e possono consistere in pene pecuniarie (di rilevante entità) e interdittive (chiusura di uno o più rami quei tipi di reato.